Decreto Rilancio 34/2020

Updated: Jul 17





Il decreto rilancio 34/2020 è entrato in vigore il 19 maggio 2020 ed è stato convertito in Legge il 16 Luglio 2020.


Ecco le principali novità:





MISURE PER IL LAVORO


Cassa integrazione ordinaria ed in deroga estesa a ulteriori 4 settimane per i datori di lavoro che ne hanno fruito fino alla durata massima di 14 settimane.


Emersione del lavoro irregolare: la domanda può essere presentata all'INPS fino al 15 agosto 2020.


Si estendono gli ammortizzatori sociali anche ai lavoratori dello spettacolo che non hanno beneficiato della cassa integrazione.


Proroga dello smart working fino al 31 dicembre del 2020 per circa il 50% dei dipendenti della Pubblica amministrazione che potranno svolgere il loro lavoro da remoto.


Proroga del congedo parentale straordinario di 30 giorni fino alla fine di agosto 2020, per i genitori dipendenti nel settore privato con figli fino a 12 anni o con figli disabili senza limite d’età. Il congedo è retribuito al 50% e può essere richiesto sia per periodi continuativi che frazionati (non rientrano i congedi orari).


Proroga dei contratti di apprendistato e a termine per chi è stato sospeso dall’attività a causa del Covid-19. La proroga ha una durata pari alla sospensione.


Sospensione dei licenziamenti per giustificato motivo oggettivo dal 17 marzo 2020 al 17 agosto 2020. è possibile revocare il licenziamento avvenuto tra febbraio 2020 e il 17 marzo 2020, a condizione che venga contestualmente richiesta la cassa integrazione in deroga.


Lo smart working diventa un diritto per i lavoratori privati con uno o più figli di età inferiore ai 14 anni, anche “in assenza di accordi individuali”, “a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore”.


MISURE DI SOSTEGNO AL REDDITO


Reddito di emergenza: la domanda può essere presentata all'INPS fino al 31 luglio 2020. Viene riconosciuto al nucleo familiare con ISEE inferiore a 15.000 euro e può variare da 400 a 800 euro in base alla composizione del nucleo familiare ed alla presenza di membri con disabilità. Non è cumulabile con il reddito di cittadinanza.

Aumento del bonus per il mese di maggio da 600 euro a 1.000 euro per partite iva se si sono registrate perdite superiori al 33% rispetto al fatturato dello stesso periodo nel 2019. Sono esclusi lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago (artigiani e commercianti) e quelli iscritti alle casse di previdenza private.


MISURE PER IL TURISMO E PER LA CULTURA


Numerose sono anche le misure in questo settore, tra cui:


Voucher e rimborsi per viaggi e concerti cancellati a causa del coronavirus entro il 30 settembre. I voucher hanno una validità di 18 mesi, oltre tale termine se non saranno utilizzati per altre prenotazioni si avrà diritto al rimborso.


Qui le altre misure per il settore turistico.


MISURE PER LA MOBILITA'


Bonus Bici e monopattini: copre il 60% della spesa effettuata con limite massimo di 500 euro. Se ne può usufruire fino al 31 dicembre 2020 e fino ad esaurimento dei fondi stanziati. La richiesta può essere fatta tramite un'applicazione web messa a disposizione dal Ministero dell'Ambiente a cui si può accedere con le proprie credenziali SPID e presentando la fattura di acquisto (non lo scontrino fiscale).


Bonus rottamazione e acquisto auto ecologiche: per l'acquisto di auto elettriche, ibride ed euro 6 (anche benzina e diesel) dal 1 agosto a fine 2020 di valore inferiore a 40.000 euro (al netto IVA) sono riconosciuti degli incentivi statali che variano in base al tipo di veicolo acquistato ed all'abbinamento o meno della rottamazione di un vecchio veicolo


MISURE PER LE IMPRESE


Contributi a fondo perduto


Abolizione della rata di giugno dell’IRAP (il saldo del 2019 e il primo acconto del 2020) per tutte le imprese con fatturato inferiore a 250 milioni di euro nel 2019.


Riduzione delle bollette elettriche per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020.


Bonus affitto: credito d’imposta del 60% delle spese di locazione se l’impresa abbia fatturato meno di 5 milioni di euro nel 2019, anche per attività di lavoro autonomo.


Proroga scadenze fiscali al 16 settembre 2020


Bonus sanificazione: “è riconosciuto un credito d’imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute nel 2020, per un massimo di 80.000 euro, in relazione agli interventi necessari per far rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19, ivi compresi quelli edilizi necessari per il rifacimento di spogliatoi e mense, per la realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni, per l’acquisto di arredi di sicurezza, nonché in relazione agli investimenti in attività innovative, ivi compresi quelli necessari ad investimenti di carattere innovativo quali lo sviluppo o l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa e per l’acquisto di apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti e degli utenti”.


Ecobonus ristrutturazioni: detrazione al 110% per lavori di manutenzione e riqualificazione energetica dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. L'emendamento approvato alla Camera prevede l'estensione dell'ecobonus a seconde case, associazioni del terzo settore, società sportive dilettantistiche.

Pagina ufficiale Decreto Rilancio




19 views
  • LinkedIn
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube

DONG & PARTNERS | INTERNATIONAL LAW FIRM

Subscribe to our newsletters and keep posted on our latest updates

Copyright © 2019 Dong & Partners Law Firm | All Rights Reserved. 

VAT code 08672431007