top of page
  • lifang60

La U.E. agisce verso la Cina per difendere i brevetti europei presso l'OMC

Aggiornamento: 3 mag 2022



Nell’agosto 2020 la Corte suprema del popolo cinese ha emanato un'ordinanza che permette ai tribunali cinesi di vietare ai titolari di brevetti SEP di adire un tribunale non cinese per ottenere il rispetto dei loro brevetti da parte di fabbricanti cinesi emettendo una anti-suit injunction. La stessa Corte ha anche stabilito che la violazione dell’ordinanza può essere punita con un’ammenda giornaliera di 130.000 euro. Dall’entrata in vigore di questa ordinanza i tribunali cinesi hanno emesso 4 anti-suit injunctions nei confronti di titolari di brevetti stranieri nei casi: ZTE v Conversant, Xiaomi v InterDigital, Oppo v Sharp e Samsung v Ericsson.

La UE ritenendo che tali provvedimenti cinesi siano incompatibili con l’accordo dell’OMC riguardo i diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio (TRIPS), a febbraio 2022 ha avanzato richiesta di consultazioni presso l’OMC per risolvere la questione. Qualora non si trovasse un accordo entro 60 giorni, l’UE potrà poi chiedere all’OMC di istituire un panel che decida in merito alla questione.

I brevetti oggetto della controversia sono i brevetti essenziali (SEP), indispensabili per fabbricare prodotti che devono essere conformi a una determinata norma tecnica internazionale.


I titolari di tali brevetti devono concederli in licenza ai fabbricanti a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie negoziando i relativi eventuali canoni di licenza (FRAND). Se un fabbricante non ottiene una licenza e/o non paga il relativo canone, il titolare del brevetto può esigere il rispetto del proprio brevetto e far bloccare le vendite dei prodotti che incorporano quella tecnologia senza una regolare licenza.


Request for consultation filed by the EU to the OMC

tradoc_160061
.pdf
Scarica PDF • 212KB

Il contenuto di questo articolo non costituisce un parere legale, ma ha funzione informativa. Per una consulenza legale personalizzata, contattare lo studio all’ e-mail: info@dongpartners.eu o al telefono +39 06 916505710. © Dong & Partners International Law Firm, Tutti diritti riservati.



2 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page