top of page
  • lifang60

Dal 15 Ottobre 2021 nuovi obblighi d'uso del Green nei luoghi di lavoro


Il 16 Settembre 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che introduce l'obbligo di Green Pass ed il rafforzamento del sistema dei controlli nei luoghi di lavoro pubblici e privati.

L'obbligo riguarda coloro che svolgono attività lavorativa nel settore privato, il personale delle Amministrazioni pubbliche, delle Autorità indipendenti, Consob, Covip, Banca d’Italia, enti pubblici economici e organi di rilevanza costituzionale, titolari di cariche elettive o istituzionali di vertice, soggetti esterni che svolgono la propria attività lavorativa o formativa presso le Amministrazioni Pubbliche.

I controlli saranno effettuati dai datori di lavoro, che entro il 15 ottobre 2021 dovranno definire le modalità per l’organizzazione delle verifiche. Potranno essere effettuati preferibilmente all'accesso ai luoghi di lavoro ed anche a campione. I datori di lavoro inoltre individuano i soggetti incaricati dell’accertamento e della contestazione delle eventuali violazioni.

Chi è privo del Green Pass al momento dell'accesso al luogo di lavoro è considerato assente ingiustificato senza diritto alla retribuzione. Chi accede al luogo di lavoro violando l'obbligo di Green Pass è soggetto ad una sanzione pecuniaria da 600 a 1500 euro oltre eventuali ulteriori conseguenze disciplinari previste dai diversi ordinamenti di appartenenza.

L'obbligo di Green Pass non si estende ad avvocati e altri difensori, consulenti, periti e altri ausiliari del magistrato estranei all’amministrazione della Giustizia, testimoni e parti del processo per l'accesso agli uffici giudiziari.

Il contenuto di questo articolo non costituisce un parere legale, ma ha funzione informativa. Per una consulenza legale personalizzata, contattare lo studio all’ e-mail info@dongpartners.eu o al telefono +39 06 916505710. © Dong & Partners International Law Firm, Tutti diritti riservati


9 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


bottom of page