top of page
  • lifang60

Come importare prodotti cosmetici in Cina: aspetti normativi



Nel 2021 la Cina ha importato RMB 161.3 miliardi (€22.34 miliardi) di prodotti cosmetici, registrando un aumento del 23% rispetto al 2020. I principali importatori di questi prodotti nel mercato cinese sono il Giappone, la Corea del Sud, la Francia e gli Stati Uniti.


Il 1 Gennaio 2021 è entrata in vigore la “Cosmetic Supervision and Administration Regulation (CSAR)” che ha sostituito la “Cosmetic Hygienic Supervision Regulation” in vigore dal 1990. Tale regolamento ha ad oggetto: la definizione e classificazione dei cosmetici, nuovi ingredienti, il rilascio di Licenze di produzione e importazione cosmetica ed il Controllo qualità e valutazione della sicurezza dei prodotti cosmetici.

Centrale è il ruolo della National Medical Products Administration (NMPA) che approva i nuovi ingredienti e rilascia le relative licenze.

Il nuovo regolamento richiede inoltre alle aziende straniere di nominare un responsabile legale qualificato in Cina che gestisca la procedura di registrazione e gli aspetti relativi alla sicurezza e qualità dei prodotti cosmetici. Tale responsabile dovrà avere un'esperienza nel campo della cosmetica non inferiore a 5 anni.


Il 1 Maggio 2021 sono invece entrate in vigore le “Administrative Provisions of Cosmetics Registration and Filing of the China National Medical Products Administration (NMPA)” che hanno abolito l'obbligo di effettuazione dei test su animali per i prodotti cosmetici definiti “per uso generale” (ad esempio mascara, rossetto, shampoo, profumi, dentifrici e smalti per unghie). Tale obbligo rimane invece in vigore per i prodotti cosmetici per uso speciale (ad esempio tinture per capelli, prodotti per eliminare le lentiggini, creme solari, prodotti per la caduta dei capelli). In sostituzione del suddetto obbligo, una società straniera che intende esportare in Cina prodotti cosmetici dovrà produrre un Certificato di Libera Vendita e la “Good Manufacturing Practice Declaration”(GMP). In Italia questi documenti sono rilasciati dal Ministero della Salute.


Infine dal 1 maggio 2022 sono entrate in vigore le “Administrative Measures on Cosmetics Labeling (NMPA)” per l'etichettatura dei prodotti cosmetici. Le aziende che abbiano già registrato e depositato le proprie informazioni per la vendita in Cina, dovranno procedere con l’aggiornamento delle etichette entro il 1 maggio 2023.


Avv. Lifang Dong e Avv. Chiara Civitelli


Il contenuto di questo articolo non costituisce un parere legale, ma ha funzione informativa. Per una consulenza legale personalizzata, contattare lo studio all’ e-mail: info@dongpartners.eu o al telefono +39 06 916505710. © Dong & Partners International Law Firm, Tutti diritti riservati.



4 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page