top of page
  • lifang60

Il vantaggioso regime fiscale delle holding spagnole: le ETVE




Con l’obbiettivo di attrarre flussi di investimento stranieri, la Spagna ha introdotto un regime fiscale vantaggioso per coloro che vogliano investire in mercati stranieri (specialmente per chi voglia investire in America Latina) mediante la costituzione di una holding denominata “Las Entidades de Tenencia de Valores Extranjeros” (ETVE).


Le ETVE hanno come oggetto sociale la detenzione di azioni o partecipazioni in altre società non residenti, e risultano esenti dalla tassazione sui redditi ottenuti dalle partecipate straniere, a prescindere dall’ubicazione delle stesse.


Nello schema a seguire, si illustrano i requisiti che devono avere le ETVE, nonchè il funzionamento delle stesse:


I. REQUISITI DELLA ETVE


a) Le ETVE devono includere, nell’oggetto sociale, la gestione e l’amministrazione di valori rappresentativi dei fondi propri di entità non residenti in Spagna. Non è necessario che questo sia l’unico oggetto sociale della società (possibilità per la stessa società spagnola di fungere sia da holding, sia da società operativa).

b) Le partecipazioni dell’ETVE devono essere nominative (quindi il titolo-valore dovrá raffigurare i dati identificativi del suo titolare).

c) Le ETVE devono contare sui mezzi materiali propri e le risorse umane necessarie per effettuare l’attività di gestione ed amministrazione. Viene considerato adempiuto il requisito, di cui sopra, quando un membro del consiglio di amministrazione (1) residente in Spagna si occupi della direzione e gestione delle partecipazioni.


d) Non potranno considerarsi ETVE le “entità patrimoniali”: in via sintetica, un società si considera ente patrimoniale quando non realizza alcuna attività economica (2). Si puó considerare quale attività economica la gestione effettiva delle partecipazioni nelle entità estere (vedasi il punto c).


e) Preventiva comunicazione all’Agenzia delle Entrate Spagnola (non è necessaria un’autorizzazione).


QUALI SONO I VANTAGGI PRINCIPALI?


I capital gains che derivano dalla partecipazione in società straniere sono esenti dall’imposta sulle società spagnole (Impuesto de Sociedades).


Spesso questi redditi hanno una ritenuta alla fonte ridotta, in applicazione delle Convenzioni contro la Doppia Imposizione.


La distribuzione dei dividendi da parte dell’ETVE ai soci non residenti (senza stabile organizzazione in Spagna), nonchè le plusvalenze per la trasmissione delle azioni dell’ETVE non vengono considerate quali redditi ottenuti in territorio spagnolo e quindi sono esenti da tributazione in Spagna.


II. DIVIDENDI E I CAPITAL GAINS SARANNO ESENTI SE:


  • La società partecipata dalla ETVE è soggetta e non esente a tassazione dal proprio sistema fiscale locale, per un'imposta straniera di natura identica o analoga alla tipologia d’imposta prevista per le ETVE o (Imposta sul reddito delle società, o IS), in subordine soggetta ad una aliquota d’imposta almeno del 10%. Il suddetto requisito si considera rispettato se la società filiale ha sede in un paese con cui la Spagna ha sottoscritto un trattato fiscale che prevede una clausola di scambio di informazioni.


  • La percentuale di partecipazione è di almeno 5% del capitale di ogni entità estera controllata o, in subordine, il valore delle partecipazioni acquisite è superiore ai 20 milioni di euro (3).


  • Il socio della ETVE o le entità partecipate non sono residenti in Paradisi Fiscali ai sensi della legge spagnola


  • La partecipazione è detenuta per un periodo non inferiore ad un anno dalla data in cui sia esigibile il dividendo (o capital gain) da distribuire, o da quando l’Entità estera effettui la trasmissione.

È importante sottolineare che lo strumento della holding “ETVE” ed i correlativi vantaggi fiscali sono finalizzati ad agevolare gli investimenti all’estero in società operative, e altresí per attirare investitori stranieri in Spagna mediante la costituzione di holding che svolgano reali attività di gestione delle partecipazioni (quindi non società meramente strumentali), e non vuole essere uno strumento di elusione fiscale.


In conclusone, le ETVE possono costituire un vantaggioso sistema a favore di coloro che vogliano investire nei Paesi dell’America Latina.


Note:

(1) O un amministratore único, o uno degli amministratori (in regime solidale o associato)

(2) La legge afferma che “si intenderá quale attività economica la gestione autonoma dei mezzi di produzione e/o delle risorse umane con il fine di intervenire della produzione o distribuzione di beni o servizi”. Si ritorna dunque al punto c)

(3) La normativa prevede ulteriori requisiti nel caso in cui la maggior parte dei redditi (il 70%) della partecipata provenissero da dividendi/dalla trasmissione di partecipazioni o azioni ecc


Abogada Eugenia Ravagnan Venezze


Questo articolo è stato scritto da un avvocato abilitato in Spagna, membro del nostro network internazionale. Il contenuto di questo articolo non costituisce un parere legale, ma ha funzione informativa. Per una consulenza legale personalizzata, contattare lo studio all’ e-mail: info@dongpartners.eu o al telefono +39 06 916505710. © Dong & Partners International Law Firm, Tutti diritti riservati.



5 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page