top of page
  • lifang60

Emilia Romagna: una piattaforma fornirà il giusto supporto al settore della moda



L’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro dell’Emilia Romagna, Vincenzo Colla, ha reso nota la volontà entro il prossimo mese di giugno di rilanciare i settori del tessile e del calzaturiero puntando su ricerca e sviluppo grazie ad una piattaforma.


La Regione conta ad oggi più di 7.700 imprese per la parte manifatturiera con circa 38 mila addetti, un export di 7,7 miliardi di euro, il 21% delle esportazioni nazionali, a cui vanno aggiunte più di 25 mila imprese che impiegano quasi 50 mila addetti per la componente terziaria, per un totale di quasi 33 mila imprese e 87 mila addetti. Per questo, siederanno con la Regione attorno al tavolo Confindustria, Cna, Confartigianato, Organizzazioni sindacali, Università, Unioncamere Emilia-Romagna, Carpi Fashion System, distretto di San Mauro Pascoli con il Cercal, le Istituzioni e la stessa Fondazione Fashion Research Italy. E proprio Fondazione Fashion Research Italy in autunno lancerà “Punto sostenibilità 4.0: ricerca, formazione e innovazione per la svolta sostenibile e digital delle imprese artigiane di moda”, un progetto del valore di 195 mila euro che la Regione ha finanziato con un contributo di 101 mila. Si tratta di uno strumento di supporto concreto che hanno sposato o che stanno intraprendendo un percorso di conversione dei loro processi in ottica sostenibile che FFRI si propone di affiancare grazie alla consultazione di materiali e accessori tessili con caratteristiche di sostenibilità, provenienti dal catalogo dei fornitori italiani più impegnati in ambito green, alla guida di consulenti esperti e all’aggiornamento delle risorse da dedicare a questo asset.


Colla afferma infatti: “Dobbiamo avere chiara la fotografia della situazione attuale del comparto moda dell’Emilia-Romagna. Così possiamo capire quale direzione vogliamo dare al settore, alla luce della forte spinta verso la digitalizzazione e la sostenibilità ambientale. Di fronte al grande cambiamento non vogliamo limitarci a gestire le crisi, ma avere una visione di futuro nel segno della sostenibilità, delle competenze, dell’internazionalizzazione, dell’innovazione tecnologica e dei materiali, del design. Dal Pnrr e dall’Europa arriveranno ricorse ingenti per ricerca, sostenibilità e digitale. Le vogliamo indirizzare anche nel mondo del fashion per rilanciare il settore dopo la pandemia, puntando sempre di più sulla qualità, oltre che sulla creatività ed esclusività del prodotto Made in Italy”.




RIMANI SEMPRE INFORMATO!



la piattaforma digitale che mette a disposizione delle piccole e medie imprese tutte le informazioni utili per svilupparsi a livello nazionale e internazionale.


Potrete leggere tantissimi altri contenuti provenienti da fonti verificate su 57 paesi nel mondo e oltre 30 tematiche intersettoriali, tra cui norme, logistica, sostenibilità e bandi.


Per saperne di più e per una consulenza personalizzata, contattare lo studio all’ e-mail info@dongpartners.eu o al telefono +39 06 916505710.


2 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page